Dynamics 365 Remote Assist Mobile

Come la Realtà Aumentata può assistere i tecnici sul campo

La soluzione Dynamics 365 Remote Assist Mobile nasce con lo scopo di fornire ai tecnici, al lavoro sul campo, uno strumento che permetta loro di comunicare in modo contestualizzato e risolvere i problemi in modo efficiente.

La soluzione supporta l’integrazione con Dynamics 365 for Field Service per il tracciamento delle comunicazioni all’interno dei Work Order.

Dopo una sperimentazione della versione in anteprima, attualmente disponibile, è stato possibile capire le potenzialità dello strumento, valutarne le possibilità del suo utilizzo e rispondere alle domande più immediate che potrebbero essere poste in merito.

Le tecnologie utilizzate

L’applicazione si fonda sullo sfruttare la tecnologia di Realtà Aumentata integrata con la piattaforma Microsoft Teams: il dispositivo principale per ottenere questo risultato è Microsoft Hololens, sul quale la soluzione è stata progettata.

La declinazione mobile sperimentata è disponibile da Aprile 2019 e ha l’obiettivo di permettere l’affiancamento di smartphone e Hololens per espandere ulteriormente le possibilità di integrazioni offerte.

Requisiti per la sperimentazione all’interno delle aziende

L’applicazione ad oggi è stata rilasciata specificamente per smartphone Android e può essere installata semplicemente tramite lo Store senza costi aggiuntivi; Microsoft Teams può essere ottenuto gratuitamente, se non se ne dispone tramite una sottoscrizione Office 365. È necessario che sia utilizzato il client Desktop per poter sfruttare tutte le modalità di comunicazione disponibili.

Sperimentare l’integrazione con Dynamics 365 Field Service richiede che l’azienda possieda l’app all’interno della propria sottoscrizione Dynamics 365: l’integrazione è comunque opzionale e le funzionalità sono comunque verificabili.

Per quanto riguarda gli smartphone compatibili, sono supportati tutti gli smartphone (ma non i tablet) Android che siano compatibili con ARCore e su cui ARCore sia installato: la sperimentazione è stata portata a temine su un modello flagship della passata generazione.

L’utilizzo dell’applicazione in uno scenario

L’applicazione presenta nell’interfaccia un elenco dei contatti Microsoft Teams e permette di iniziare una conversazione in modo analogo a una normale chiamata video.

Automaticamente la persona che risponde può vedere le immagini inquadrate dalla fotocamera del telefono del chiamante: la parte di comunicazione fondata su Microsoft Teams si è dimostrata robusta.

Nel corso della chiamata, da entrambi i lati della conversazione sono messi a disposizione strumenti per introdurre grafiche (in particolare linee a mano libera e frecce) nello spazio inquadrato dallo smartphone, visibili ad entrambi gli interlocutori in tempo reale.

Nel corso della chiamata, con l’utilizzo di uno smartphone, è possibile scambiare le informazioni necessarie tra un tecnico e un esperto off-site che chiede indicazioni: in particolare l’esperto può indicare con precisione nello spazio inquadrato dove il tecnico deve effettuare gli interventi. Il tecnico, dal suo lato, può muoversi intorno all’area in cui il lavoro deve essere effettuato per poter osservare meglio le indicazioni inserite dall’esperto off-site.

Valore aggiunto dell’applicazione mobile

Il valore principale di uno strumento di questo genere è indubbiamente il fornire ai propri tecnici la possibilità di lavorare in modo più coeso, con comunicazioni semplici e immediate da persona a persona e da luogo a luogo.

La diffusione capillare delle conoscenze individuali permette ai tecnici sul campo di accedere senza sforzo alle competenze del resto dell’azienda: l’efficienza e la qualità del servizio offerta dalla stessa ne risulteranno di conseguenza migliorate.

La declinazione mobile dell’applicazione Dynamics 365 Remote Assist è ad oggi disponibile in anteprima e presenta un set di funzionalità destinato ad aumentare in futuro, insieme all’integrazione con Dynamics 365 for Field Service.

 

Giacinta Titolo
Team Leader Dynamics CRM & Business Consultant

 

Un grazie particolare a Alessandro Occari per il suo importante contributo alla stesura di questo post.

 

Offerte

Soluzioni

Tecnologie